Home

 


                                   ISIS Lo stato del terrore (NUOVA EDIZIONE)

                       “l’attacco all’Europa e la nuova strategia del Califfato”

9788807173035_quarta (1)

COMPRA ON LINE

Isis (1)

Loretta Napoleoni – Feltrinelli – 2014

Le decapitazioni dei prigionieri. La pulizia etnicoreligiosa  nelle zone occupate dell’Iraq. La proclamazione  di un califfato. Queste sono le cose che i media hanno  cominciato a raccontarci nell’autunno del 2014 sull’Isis, i  pochi frammenti di un mosaico nuovo e terribile, a cui il  mondo non era pronto. Queste milizie hanno conquistato un territorio più vasto  del Texas nel cuore del Medio Oriente, hanno dissolto i  confini dettati dal colonialismo occidentale un secolo fa, hanno costretto gli Usa a tornare a bombardare l’Iraq. Ma  chi sono, da dove vengono, come hanno fatto a diventare  così potenti, e fin dove possono arrivare?  In questo libro Loretta Napoleoni, uno dei massimi esperti di terrorismo internazionale, offre al grande  pubblico il primo e più completo ritratto dell’Isis – il cui  stesso nome è mutato molte volte, a seconda delle diverse  condizioni sul campo e nel sistema mediatico. Perché,  scrive Napoleoni, “quel che distingue questa organizzazione da ogni altro gruppo armato che l’ha preceduta e ciò che ne spiega l’enorme successo sono la  sua modernità e il suo pragmatismo”. Dimenticate i talebani, che tenevano l’Afghanistan nel  Medio Evo. Dimenticate Al Qaeda, che aleggiava senza  una vera e propria potenza militare, capace solo di colpi isolati, di scarso valore geopolitico. Questa nuova  minaccia punta a un obiettivo ambizioso e terribile: far  nascere dalle ceneri dei conflitti mediorientali non un  nuovo gruppo terroristico, ma un vero e proprio stato –  con un suo territorio, una sua economia, una sua enorme  forza di attrazione per i musulmani fondamentalisti di tutto il mondo.

“Loretta Napoleoni con il libro Lo Stato del Terrore da un contributo importante per capire cosa sta avvenendo in Medio Oriente. Ci aiuta ad uscire dai soliti clichè nei quali l’Occidente ci ha intrappolati. Loretta costringe a vederci come ci vedono gli altri, ci racconta il mondo per come lo è e non il mondo di fantasia che abbiamo creato attraverso la violenza indiscriminata, la brutalità dell’occupazione e più di un decennio di guerra. CHRIS HEDGES (former Middle East Bureau Chief for The New York Times)

SCHEDA DEL LIBRO

PROSSIME PRESENTAZIONI

Roma 24 novembre – Libreria Feltrinelli, Piazza Colonna ore 18:00

Milano 26 novembre – libreria Feltrinelli,  Piazza Duomo ore 18:00

Villorba 27 novembre – Libreria Lovat, Via Isaac Netwon,13 ore 19:30

Trieste 28 novembre – Libreria Lovat

Bologna 29 novembre – Centro di Documentazione delle Donne, Via del piombo,6  ore 18:00

Dettagli del calendario eventi

Democrazia vendesi

Loretta Napoleoni – Rizzoli – 2013   Un forte legame tra crisi economiche e l’avvento di dittature percorre la storia d’Europa. Quando le cose vanno male, sembra, non possiamo permetterci la democrazia: occorrono soluzioni rapide, prese da pochi per il bene di tutti. Ma sono le soluzioni giuste? E il bene è davvero quello di tutti? In questo nuovo pamphlet, Loretta Napoleoni indaga il legame tra l’aggravarsi della crisi e l’indebolirsi della sovranità nazionale e parlamentare. Discute le responsabilità dell’euro, dei burocrati di Bruxelles e di un’unificazione fatta troppo in fretta. Punta il dito contro una generazione di politici, quella dei baby boomers, che per decenni ha servito i propri interessi, privando di fatto della rappresentanza ampi strati della popolazione, primi fra tutti i giovani. E indica un modo per salvare quel che resta della nostra democrazia.

Il Contagio

Loretta Napoleoni – Rizzoli – 2011 Impoverimento della classe media, disoccupazione dilagante, strapotere di una classe di privilegiati, cor-ruzione: sono gli ingredienti che hanno scatenato la rivolta nei Paesi del Nord Africa e del Medioriente, ma sono anche i nostri stessi problemi. E oggi che questo cocktail politico è diventato ovunque esplosivo, la democrazia che avevamo creduto di esportare torna come un boomerang a colpire al cuore il nostro sistema malato. La democrazia vera: quella che può far cadere i nostri governi. Oggi infatti sono i Paesi del Sud del mondo a insegnarci il desiderio di libertà e la forza di reagire all’ingiustizia. E questo contagio non si può fermare, perché viaggia sulle ali dei social network. Allora viva la rivoluzione? Certo, sarà uno choc salutare che renderà più forti i nostri sistemi politici. Quelli che sopravviveranno.

Maonomics

Loretta Napoleoni – Rizzoli – 2010 La coppia democrazia-capitalismo è in crisi, vittima di una depressione che non è solo finanziaria. Trionfa invece il capi-comunismo visto che mentre la nostra economia va in pezzi, la Cina cresce a ritmi vertiginosi. Più 9 per cento del Pil nel 2009 e un piano di investimenti grandioso: strade, scuole, ospedali, ferrovie, colossali impianti per la produzione di energie rinnovabili. Si può ancora dire che il comunismo è stato sconfitto dalla storia? O è tempo di cominciare a guardare alla società con occhi un po’ più a mandorla? Per esempio, le misure anticrisi attuate dai nostri governi sono servite ad arricchire gli stessi speculatori responsabili del collasso, mentre l’intervento statale cinese ha permesso di limitare i danni e ricominciare a crescere. La nostra vita politica è scossa da continui scandali e violazioni del diritto, mentre in Cina stanno nascendo nuove forme di partecipazione, pur all’interno del partito unico. E tra i grattacieli di Shanghai e Pechino si avverte uno slancio verso la modernità che il vecchio Occidente non riesce più nemmeno a immaginare. Da Margaret Thatcher a Berlusconi, da Wall Street al Cile di Pinochet, passando sempre per Pechino, questo libro racconta una deriva che abbagliandoci con la promessa del benessere ci sta privando della libertà. E grazie a esempi e testimonianze di imprenditori, studiosi, giornalisti, attivisti dei diritti umani spiega invece come la Cina sta lavorando per migliorarsi. Un modello da imitare? Almeno una lezione da apprendere: il nostro capitalismo si salverà solo se sapremo cambiare radicalmente i capitalisti. E il nostro sistema di vita è destinato al tracollo, se non impareremo a guardare con occhi più aperti quella che continuiamo a chiamare “democrazia”.

 

2009 TEDGlobal conference in Oxford: